La CSE al Ministro Bongiorno: “Piano di assunzioni straordinario, formazione e moratoria sulle norme”.

La CSE al Ministro Bongiorno: “Piano di assunzioni straordinario, formazione e moratoria sulle norme”.

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Avv. Giulia Bongiorno e il sottosegretario Mattia Fantinati hanno incontrato le confederazioni sindacali maggiormente rappresentative del pubblico impiego.
Al termine dell’incontro, il Segretario Generale della Confederazione Europea Sindacati Indipendenti (CSE), Marco Carlomagno, ha illustrato le richieste sindacali: “Prima di tutto un piano straordinario di assunzioni e di formazione. Siamo la Pubblica Amministrazione più vecchia e meno formata dei Paesi industrializzati, tutti i servizi pubblici sono a rischio.” “Al Governo del cambiamento – ha detto poi Carlomagno – chiediamo di essere rivoluzionario. Da oltre venti anni ogni Ministro che si è occupato di pubblica amministrazione ha dato il proprio nome a una diversa e inutile riforma. Noi vorremmo che ci si occupasse meno di riforme epocali e più di far funzionare la macchina a invarianza normativa, utilizzando gli strumenti esistenti e occupandosi del quotidiano, ad iniziare dal rinnovo tempestivo dei contratti, che scadono a fine anno.”
“Infine, abbiamo chiesto al Governo di lavorare sulla motivazione del personale, restituendo alla pubblica amministrazione un ruolo centrale per le persone, le imprese e la salvaguardia dell’identità culturale dell’Italia. I lavoratori pubblici non vogliono essere né un costo né una casta bensì volano del cambiamento e della crescita”.