FIRMATO IL NUOVO CONTRATTO QUADRO SULLE PREROGATIVE SINDACALI

FIRMATO IL NUOVO CONTRATTO QUADRO SULLE PREROGATIVE SINDACALI

La CSE sventa il tentativo di rinviare sine die le elezioni RSU, che si terranno entro il 20 aprile

Giornata proficua, quella di ieri, in attesa che entri nel vivo il confronto per il rinnovo dei contratti veri e propri che i lavoratori pubblici attendono da quasi dieci anni.

Sono stati, infatti, firmati all’ARAN ben due importanti intese: il nuovo Contratto Collettivo Nazionale Quadro sulle prerogative sindacali e il Protocollo d’Intesa che dà l’avvio alla stagione del rinnovo delle RSU.

La CSE mantiene intatte le proprie prerogative confederali nel pubblico impiego e rafforza la propria presenza nei comparti della Sanità (con il Nursing Up) e della Presidenza del Consiglio dei Ministri (con la FLP).

Riguardo alle elezioni RSU, è stata una trattativa breve ma molto dura e siamo riusciti a sventare le manovre di chi era contrario a dare subito la parola ai lavoratori per scegliersi i propri rappresentanti sui posti di lavoro e avrebbe voluto rinviarle almeno a giugno o, addirittura dopo l’estate, usando come paravento la concomitanza con le prossime elezioni politiche. Come se si trattasse di eventi paragonabili o si votasse nelle stesse giornate.

Con pazienza, abbiamo smontato le argomentazioni contrarie con un semplice ragionamento: o le Camere verranno sciolte subito dopo l’approvazione della Legge di bilancio e quindi si voterà per le elezioni politiche a marzo oppure si andrà a scadenza naturale della legislatura e quindi il voto slitterà a maggio.

Nel primo caso le RSU potranno tenersi entro la prima decade di aprile; nel secondo caso addirittura a marzo, cioè a scadenza naturale. Ma non ci vorrà molto per saperlo giacché la legge di Bilancio sarà votata dal Parlamento entro il 20 dicembre.

La nostra richiesta, quindi, accolta dall’ARAN, è stata quella di uscire dalla riunione se non con la fissazione di una data sicura per le elezioni, almeno con la certezza che non si andrà oltre un certo limite di tempo, che il protocollo d’intesa firmato ieri fissa al 20 aprile.

Le Organizzazioni Sindacali e l’ARAN si sono quindi impegnati formalmente a rivedersi non appena sarà definito il periodo in cui si svolgeranno le elezioni politiche, e comunque non oltre il 10 gennaio, per fissare la data delle elezioni RSU e di tutti gli adempimenti ad esse connessi.

Speriamo che si possa votare al più presto, che sia una vittoria della democrazia e che veda ancora una volta confermato il trend di crescita dei sindacati aderenti alla CSE.

LA SEGRETERIA GENERALE